Carrello vuoto
 x 

Corpi intermedi e diritti «metaindividuali» nel sistema CEDU

Sottotitolo
Per una garanzia internazionale del pluralismo come cardine del sistema democratico
Autori
Edoardo Alberto Rossi
ISBN
978-88-9391-734-6
N. Pagine
444
Anno Pubbl.
2020
Collana
Ordine Internazionale e Diritti Umani - Monografie
Numero
8
Materia
Diritto internazionale
Product ISBN:  978-88-9391-734-6
30,40 €
Base price with tax
Base price 32,00 €
Modificatore prezzo variante:
Discount 1,60 €

Il volume s’inserisce nel panorama degli studi dedicati al sistema CEDU. È frutto di un’originale ricerca sistematica condotta sulla giurisprudenza della Corte di Strasburgo relativa a svariate situazioni soggettive degli enti collettivi, ricompresi dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo nella categoria di «organizzazioni non governative» e «gruppi di privati», legittimati ad adire la Corte in forza dell’art. 34 della stessa.

La ricerca disvela una realtà complessa, sistematizzata organicamente secondo uno schema funzionalistico a seconda della finalità prevalente della tutela accordata dalla Convenzione, facendo così emergere un’ampia serie di “diritti metaindividuali” riconosciuti alle collettività organizzate a tutela di interessi sia propri sia dei singoli membri. Dall’ampia analisi della giurisprudenza di Strasburgo si delinea, quale maggior portato, un disegno volto ad affermare la centralità del ruolo che gli enti intermedi svolgono – come luoghi di sintesi delle diverse concezioni della vita sociale – nella difesa e nella promozione del pluralismo quale canone di valutazione della natura democratica dello Stato.

Lo studio affronta altresì il tema della tradizione nel diritto interno degli obblighi legati alla tutela degli enti collettivi, evidenziandone anche le conseguenze sul piano civilistico.

There are yet no reviews for this product.

Agenda 2020

Novità

 

 

Rivista Diritto e società

Rivista Munus

informazioni

Contatti e info